28 febbraio 2008

Assegnate le licenze wimax in Italia


Finalmente si sono concluse anche in Italia le assegnazioni a mezzo asta delle frequenze per la tecnologia wimax in banda 3.5 GHZ. L'incasso ottenuto dallo stato italiano rappresenta un record in Europa superando la Francia e raddoppiando la cifra ottenuta in Germania. Rispetto alla base d'asta di 50 milioni il valore finale è risultato di 136 milioni di euro. Moltissimi sono i nuovi operatori che sperano in questa tecnologia. Tra tutti spicca sicuramente AriaDSL che ha ottenuto abbastanza licenze da coprire il territorio italiano al 100%.
I termini della licenza prevedono una copertura del 60% dell'area ottenuta entro 30 mesi, pena il ritiro della licenza.
Si potrebbe trovare un piccolo difetto nella banda scelta, non adatta ad applicazioni mobili per via della bassa penetrabilità di quel tipo di segnale. In ogni caso questa assegnazione darà nel medio periodo una rilevante scossa al mercato delle connessioni a banda larga. Ricordiamo infatti che il wimax permette teoricamente di raggiungere i 70 Mbit/s e di coprire con una singola antenna un raggio di 50 KM. Tutto ciò si traduce in costi nettamente inferori alle attuali tecnologie UMTS-HSDPA per la banda larga su onde radio.
Seguiremo con interesse gli sviluppi di questa tecnologia molto promettente

Nessun commento: