01 marzo 2008

UDC e Rosa bianca fanno l'accordo: c'erano dubbi?

La notizia è di ieri: l'UDC di Casini e la nuova Rosa Bianca hanno trovato un accordo elettorale. Facciamo qualche piccola considerazione:

  • La rosa bianca nasceva pochi mesi ( ma forse si potrebbe dire giorni ) fa proprio da una scissione di alcuni componenti dell'UDC. Oggi tutti tornano insieme: in pratica hanno diviso l'UDC per poi riunirlo con un simbolo diverso. Sarà ma nella pratica pare tanto una pura perazione di marketing.
  • Casini aveva usato parole di fuoco per gli scissionisti che lo avevano abandonato per creare la Rosa bianca. Ora invece, dato che il PDL lo ha scaricato a sua volta, si è reso conto che non avrebbe raggiunto gli sbarramenti e così è tornato a implorare al centro un'unione di principi che lui stesso, quando pensava di non averne bisogno, derideva.
Ovviamente in TV l'accordo viene dipinto come un accordo sudato, basato su principi condivisi e idee per migliorare il paese. In realtà chiunque abbia gli occhi si può rendere conto che tutto si è fatto di corsa al fine di poter avere molte poltrone da dividersi, nella peggiore tradizione della casta. Ovviamente, e qui faccio un pronostico azzardato, una volta conquistate le poltrone ognuno andrà per la sua strada, con la rosa bianca da una parte e l'UDC di Casini dall'altra.
In ogni caso traspare con evidenza il fastidio di Casini che nei passati governi ha pestato i piedi a tutti pur avendo pochissimi voti. Ora ne paga le conseguenze dato che un'inaspettata ventata di serietà nella scelta delle alleanze sembra aver prese sia il PDL che il PD.

Nessun commento: