09 marzo 2008

La FIFA e Blatter non vogliono un calcio pulito: fermato il sensore "rileva gol"

è di ieri la notizia che la fifa ha bloccato il progetto del CNR che prevedeva lo sviluppo di un sensore e di un software per rilevare in maniera certa se il pallone ha superato o no la linea di porta. Quante volte ci sono state proteste da molte parti per i cosiddetti gol fantasma? Tiri bloccati sulla linea che per un vezzo dell'arbitro diventano gol oppure parate al limite.
Tralasciando gli aspetti tecnici, perchè Blatter non vuole inserire la tecnologia nel calcio? Il sistema messo a punto ha dimostrato nelle sperimentazioni di essere affidabilissimo e molto più preciso di quello che l'occhio umano può percepire.
Blatter propone invece un sistema basato sui giudici di porta, arbitri che dovrebbero stare tutta la partita sulla linea di porta a controllare se il pallone entra oppure no. Efficiente no?
Azzardo un'ipotesi: che Blatter abbia paura di ogni ammenicolo tecnologico? Sarebbe comprensibile: dopotutto è alla Fifa dal 1975, probabilmente non tocca un pallone da 50 anni. Giusto che uno così fissi le regole del calcio.
Inoltre è perfettamente imparziali: chi si è dimenticato i suoi capricci quando la nazionale italiana ha vinto i mondiali... Vittoria che lui bollò come immeritata, con un fair play da teppista della domenica allo stadio.
Poi ci si spreme le meningi su come rinnovare il calcio, su come bloccare gli episodi di violenza.
Per la violenza un supporto tecnologico inappellabile non sarebbe la soluzione? Forse pensionerebbe Mosca e Company che non potrebbero più parlare ore del nulla?
Per il rinnovamento forse sarebbe meglio pensionare le vecchie cariatidi attaccate alla poltrona.

Nessun commento: